Cambiamento totale a 7 mesi


Buongiorno dottoressa,
la mia bambina ha quasi sette mesi e finora e’ sempre stata una bimba molto tranquilla e finora siamo sempre stati fortunati anche con il sonno in quanto non abbiamo quasi mai perso una notte!
isabella ha sempre dormito circa 10 ore di fila la notte (non ha mai fatto poppate notturne) e si e’ sempre addormentata da sola nel suo lettino senza mai voler essere presa in braccio, anzi, se aveva sonno le dava fastidio essere presa in braccio! praticamente un sogno, in quanto con il mio primo figlio ho fatto 5 anni da incubo con il dormire!!! ma mi sembrava troppo bello per essere vero, e infatti da alcuni giorni il comportamento della piccola e’ completamente cambiato: da tranquilla osservatrice che era ora e’ perennemente agitata e in movimento, persino in braccio quasi ti cade perche’ tenta sempre di tirarsi su e arrampicarsi o buttarsi giu’, e’ una tarantola; l’ora dei sonnellini e del sonno notturno e’ diventato difficile in quanto e’ talmente sovraeccitata che non riesce a stare ferma, e’ li’ che muore di sonno ma non cede e il lettino per lei e’ diventato uno stimolo a muoversi da quando a scoperto che attancadosi alle sbarrre si puo’ alzare e’ sempre in piedi!!! per addormentarla ci vuole tantissimo, ho provato a lasciarla fare nel lettino ma passa anche un ora, ho provato a prenderla in braccio e dopo 10 minuti di scalciamenti dorme. Come mi devo comportare? aveva delle buoni abitudini e ora a 7 mesi gliele cambiamo, non mi sembra abbia logica pero’ e’ anche vero che in certe situazioni viene piu’ comodo addormentarla in braccio, per esempio quando a meta’ mattina non ne vuole sapere di dormire ma poi si addormenta a meta’ pappa con il cucchiaino in bocca…. risultato che non mangia abbastanza! quindi deduco che a 7 mesi sia ancora molto importante fare un sonnellino al mattimo e uno al pomeriggio. cosa ne pensa? perche’ questi cambiamenti improvvisi? premetto che io non sono tornata al lavoro quindi da quel punto di vista non e’ cambiato nulla. la ringrazio per un suo consiglio su come comportarci.



Il fastidio dei primi dentini in arrivo, le esperienze motorie più complesse che ormai riesce a fare, la curiosità per la realtà che la circonda, ora molto più viva di prima, rendono, forse, la piccola sovraccarica di stimolazioni. Anche lo svezzamento è uno stimolo nuovo – sapori, consistenza dei cibi, ecc. – e la crescente voglia di interagire con le persone. Bisogna avere pazienza, cercare di mantenere, per quanto possibile, le solite abitudini, non cedere troppo ai capricci quando di capricci si tratta, ma nello stesso tempo, iniziare a modificare il rapporto con la bimba che sta diventando più esigente e sempre più desiderosa di ripetere le nuove esperienze motorie imparate nonché di acquisirne altre. Da un lato, quindi, concedile attenzione e assecondala nella sua voglia di giocare, ma nello stesso tempo cerca di darle dei limiti imponendoti quando ritieni che sia il caso. E’ proprio attorno a questa età che fanno la loro comparsa i vizietti difficili poi da eliminare. Però, un conto è un vizio e altra cosa è la legittima necessità di essere aiutata nella acquisizione di nuove esperienze, specialmente motorie, che devono trovare spazio nei giochi tra voi e con il fratello e il papà.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone