Calcio e alimentazione


Buongiorno Dott.ssa,
sono la mamma di un bimbo di 5 anni e vorrei da Lei dei consigli per quanto riguarda la sua alimentazione. Adesso pesa 17 kg e mezzo ed é alto cm.109.
Pur essendo nato a termine era piuttosto piccolo ( 2.750,00 gr. per 50 cm.) ma é da subito stato un gran mangione ed avuto sempre una crescita regolare. Gli ho dato il latte al seno per circa 2 mesi con grande sacrificio perché ne avevo pochissimo e quindi cercavo di attaccarlo spesso ma a lui non bastava, piangeva di continuo e non dormiva mai.
La pediatra mi disse allora di aggiungere una poppata di latte artificiale dopo il seno almeno all’ultima poppata ed infatti almeno la notte mi faceva delle tirate anche di 5 ore.
Sono riuscita comunque con l’allattamento misto a fargli prendere il mio latte fino a 5 mesi dopodiché mi sono tornate le mestruazioni e ha cominciato a rifiutare completamente quel poco di latte che ancora avevo, cosicché ho deciso di smettere e di cominciare lo svezzamento.
E’ stato da subito di buon appettito e mangiava di tutto fino ai tre anni.
Dopodiché ha cominciato a rifutare completamente il latte e tutto ciò che lo conteneva ed ha cominciato a rifiutare categoricamente diversi alimenti come carne, pesce, voleva solo minestre, pasta al pomodoro, tutto rigorosamente senza ruge come le chiama lui, patate carote e qualche volte i wuster di carne bianca.
Adesso, per fortuna, per quanto riguarda l’alimentazione é molto migliorato grazie anche all’asilo, dice infatti che il mangiare dell’asilo é buonissimo e io sono contenta perché é un menu appositamente studiato per i bambini, é molto vario ed usano solo prodotti biologici.
La mia preoccupazione riguarda l’assunzione di calcio visto che non vuole assolutamente latticini, puo’ bastare l’uso di parmigiano sia nella minestra che nella pastasciutta?
Quali altri alimenti lo contengono?
Ringraziandola per la risposta che vorrà darmi, Le auguro fin d’ora un Buon Natale ed un sereno Anno Nuovo.
Roberta

Cara Roberta,
il tuo bambino è di costituzione normalissima e presumo che si manterrà snello, buon per lui.
Nei formaggi stagionati come parmigiano e tutti gli altri, il calcio è contenuto in concentrazioni 10 volte superiori rispetto al latte, quindi, facendo a meno del latte, basta mangiare 50 gr di formaggio stagionato al giorno per assumere in calcio l’equivalente di mezzo litro di latte!
Il calcio è contenuto in notevoli quantità anche nei legumi, in certi cereali come l’avena, nella frutta secca, in vegetali come cavoli, broccoli, broccoletti, spinaci, indivia, asparagi, cicoria, nel pesce azzuro come sgombri, sardine, in molti molluschi e mitili, calamari, gamberi, cozze, nelle erbe aromatiche come menta, salvia, rosmarino, basilico, nella soia, nei muesli, nell’acqua di rubinetto, in certe acque minerali come la sangemini, nell’uovo anche se in minor quantità, insomma non c’è proprio da preoccuparsi.
Ti consiglio però di dare il parmigiano preferibilmente da solo: se lo usi come condimento abbondando per arrivare alla quantità ottimale rischi di abituare il bambino a sapori troppo decisi e anche quando vorrà nuovamente assumere latte pretenderà la pasta sempre molto condita.
Un caro saluto e anche a te come a tutte le noimamme, tanti cari auguri di buone feste!
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento