Bruxismo 1


Gentile dottoressa,
le scrivo per mio figlio Emanuele di quasi 5 anni. circa 2 anni fa ho subito un intervento al seno che mi ha portata fuori casa per diversi giorni. 
Da quell’episodio, durante il quale mio figlio ha pianto giorno e notte, la notte il bambino digrigna i denti in modo continuo ed insistente e i dentini davanti sono consumati.
Come posso risolvere questo problema? Devo andare da un dentista per mettergli quell’apparecchio notturno?
c’è un modo per farlo smettere?
Grazie….mi sento così responsabile di questa cosa...



Desidero innanzitutto scusarmi anche con te per il ritardo con il quale rispondo al tuo quesito, ritardo dovuto ad un lungo problema di salute che non mi ha permesso di stare alla scrivania per alcuni mesi. Prima che i denti si consumino, per il bruxismo bisogna prendere provvedimenti e utilizzare l’apposito bite che il dentista ti prescriverà. Anche i denti da latte vanno preservati e curati perché sono i garanti del corretto sviluppo dei denti definitivi. Quanto al motivo o alle concause che hanno portato il bambino ad avere questo “disturbo” notturno: ansia e tensioni diurne possono senz’altro avere influito, soprattutto se si tratta di un bambino che tende a controllare molto le sue emozioni e sul quale si sono riversate molte o forse troppe aspettative. Ma è inutile ora dilungarsi troppo su ipotetici problemi psicologici che, non conoscendo il bimbo, mi è impossibile inquadrare. Credo che sia indispensabile, ora, rivolgersi ad un buon odontoiatra pediatrico.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone