Bimba al 3^ percentile


Salve,

ho una bimba di 8 mesi che pesa 6,3kg.; quando è nata era 2,580kg a 37 settimane per colestasi gravidica. Non ha avuto nessun problema, APGAR 9, ha mangiato al seno subito ed è cresciuta bene fino a 2 mesi (4,250kg), poi ha rallentato un po’ fino a 3 mesi (4,800kg) per arrivare a 6 mesi con 5,800kg.

Premetto che è stata allattata al seno fino a 4 mesi quando ho iniziato lo svezzamento, vista la sua crescita non brillante. All’inizio le davo un’aggiunta di latte artificiale la sera per smettere intorno a 10 settimane (era stitica). Quando ho riprovato non ha più voluto prendere il biberon e tuttora non lo vuole. Lo svezzamento è andato bene, ma non ha cambiato la sua crescita che è scarsa (sotto il 3^percentile). Il pediatra non è preoccupato, dice che è la sua costituzione, ma io lo sono, anche perché è scesa di percentile, lei mangia le pappe, mangia la merenda (yogurt oppure latte con biscotti) e mangia anche da me 2-3 volte al giorno.

Cosa può essere? Che esami dovrei farle? Lei è molto attiva, non  mostra segni di sofferenza, dorme, gioca…

Va all’asilo nido da 3 settimane, mi dicono che anche lì mangia tutta la pappa.

Grazie!

Quando una mamma parla di crescita si riferisce inevitabilmente alla crescita ponderale e tralascia di solito completamente la crescita in altezza per non parlare dello stato di nutrizione generale: due obiettività fondamentali per capire se un bambino che non cresce secondo schemi e percentili tradizionali non dà motivo di preoccupazione oppure se vi sono segni di malnutrizione o malassorbimento. Pertanto, la semplice osservazione di una crescita ponderale rallentata, senza conoscere l’altezza della bimba e anche le sue modalità di crescita in altezza nel corso dei mesi e senza conoscere lo stato di trofismo muscolare e di tonicità non mi permettono di trarre conclusioni.

Considera comunque che se un bimbo che cresce poco in peso, nell’arco degli stessi mesi di osservazione continua a crescere in modo regolare in altezza, se le sue masse muscolari sono sode e ben rappresentate, se il suo carattere è vivace e l’appetito conservato, se le sue feci sono di aspetto normale e ben digerite, se il suo sviluppo psicomotorio è nella norma e il carattere normalmente vivace e in più se i genitori o almeno uno di loro, alla stessa età del bambino, cresceva con le stesse modalità, vi sono tutti gli elementi per non preoccuparsi e per decidere di attendere almeno due o tre osservazioni consecutive con misurazione di altezza e peso nonché, importante per la costituzione, di circonferenza cranica e toracica, distanziate di tre o quattro mesi l’una dall’altra o anche meno a seconda del problema.

Pertanto, perché ti possa rispondere in modo meno generico, avrei bisogno di altri dati di crescita, appunto, altezza, circonferenza cranica e via discorrendo.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone