Bifidus Infantis


 

Buongiorno dottoressa,

ho letto molti Suoi interventi e risposte e NoiMamme riguardo ai probiotici, che in questo periodo sono quasi diventati una moda. Per il mio bimbo maggiore, Alessandro, che ha 3 anni e mezzo (le ripeto sempre l’età dei pupi perché, anche se Le scrivo spessissimo, immagino non riuscirà a ricordare tutto quello che riguarda i nostri bimbi) sto utilizzando Lactoflorene Bimbi, come mi aveva consigliato un po’ di tempo fa’, e le gocce di Propoli per affrontare l’inverno, va bene?

Guardando qua e là su internet ho letto che ottimo per i lattanti è il Bifidus Infantis, soprattutto nel periodo dello svezzamento. Il piccolino, che ha 7 mesi, Federico, ha iniziato lo svezzamento da più di un mese e beve solo latte artificiale da più di un mese ormai, mentre dalla nascita ai 5 mesi e mezzo ha bevuto quasi tutto latte mio, anche se intervallato da un paio di poppate artificiali.

Le chiedo: potrei dare al piccolino il Bifidus Infantis, e in che formulazione?

In attesa di un altro suo preziosissimo consiglio la saluto caramente, Giulia

I probiotici si classificano in: lattobacilli, bifidobacilli, enterococchi e lieviti e in ognuna di queste categorie, alcuni probiotici sono, effettivamente, più indicati per una patologia piuttosto che un’altra.

Per esempio: il lattobacillo acidofilo è ideale per ridurre problemi di meteorismo intestinale, il lattobacillo reuteri è indicato come coadiuvante nelle gastroenteriti; tra i bifidobatteri, il b. infantis è indicato quando un lattante in età pre-svezzamento assume latte artificiale anziché materno; tra gli enterococchi, l’enterococco lactis è idoneo per contrastare la stitichezza e tra i lieviti, il saccaromyces boulardi è consigliato in contemporanea con un trattamento antibiotico, contrariamente ad altri probiotici che è consigliabile dare alla fine della terapia antibiotica.

Pertanto è ragionevole e valida l’idea di somministrare il bifidus infantis in un lattante alimentato con latte artificiale. Puoi provare le capsule di Axidophilus junior: sono apribili e la polvere che contengono si può sciogliere in un qualsiasi liquido purché non caldo perché è insapore. Se ne consiglia una al giorno fino a tre anni compiuti.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone