Aria e reflusso

0
142

 

Buongiorno cara dott.ssa Daniela,

alla mia bimba che oramai ha 6 mesi e una settimana, gli è stato diagnosticato sin da subito, con una visita dalla gastroenterologa il reflusso gastroesofageo, non so a che livello perché la dott.ssa si è basata solo sui sintomi.

È entrata in cura sin da subito con motilium e ranidil e tutt’ora li prende (entrambi 2ml 3 volte al di’ per motilium e 2 volte al di’ per ranidil e pesa 7,700kg alla nascita pesava 3,075). Notare che ha anche sofferto molto di coliche e tutt’ora ha tanta aria in pancia e alcune volte fa’ fatica d evacuare.

La aiuto con il sondino.Con la cura è migliorata tanto all’inizio piangeva, era sempre nervosa e mangiava sempre in maniera brusca ma ha sempre fatto notti tranquille. Notare, abbiamo provato sempre su consiglio della dott.ssa a cambiargli il latte siamo arrivati anche al pregomin, ma niente non cambiava nulla così siamo ritornati al miltina1 e tutt’ora lo beve. Ad oggi che ha iniziato lo svezzamento con minestrina a mezzogiorno a pranzo da tre sett. e la cena alla sera da 5 gg, ha riiniziato a piangere soprattutto quando si addormenta e dopo due ore deve fare il rutto, purtroppo adesso anche la notte.

Continua ad eruttare anche dopo 4 ore da un pasto all’altro. La pediatra sostiene che sia colpa della digestione nonché del reflusso che lei ha. La cosa che mi preoccupa è il suo pianto perché penso che ha dolore quando erutta e quindi le chiedo, se è una cosa normale che un bambino con il reflussogastroesofageo nel momento in cui erutta pianga.

Non gli ha aumentato la dose di medicinali perché secondo la pediatra andrebbero piano piano tolti ma se sta ancora male così? Secondo lei come la posso aiutare oltre a tutte le accortezze che ho sempre avuto: postura, dieta, ruttino a metà della poppata, tenerla sù anche dopo un’ora e mezza due ore che ha mangiato la minestrina. La frutta ho provato a dargliela ma aimè piange come una disperata dopo circa due ore che l’ha mangiata. Al mattino ore 8.00 mangia 220cc di latte, ore 12.00 minestrina a base di mais e tapioca 3 cucchiai, 2 cucchiai di passato di verdure (patata-zucchine-spinaci-carota o anche le altre verdure di stagione ) meta’ omogeneizzato di pollo o tacchino più un cucchiaino d’olio, ore 16.00 220 cc di latte, ore 20.00 minestrina con formaggino. Però prima di andare a dormire alle 22.00 mi cerca ancora il latte e meno di 100 cc non ne prende. Ma la notte intorno alle due-tre si sveglia piangendo la tiro sù e fa un enorme rutto alcune volte poi si rimette a dormire e smette di piangere.

Dott.ssa, ha ancora tantissima aria in pancia, non so più che pensare e soprattutto come aiutarla.

Grazie per essere sempre presente a noi mamme.

Saluti, Romina

 

Il dosaggio dei farmaci assunti dalla bimba è corretto e non può essere aumentato. Le eruttazioni possono dipendere dal reflusso ma anche da una possibile ernia iatale che solo alcune analisi specifiche endoscopiche potrebbero diagnosticare. Non mi sembra che la piccola abbia un grossissimo problema intestinale e se anche dovesse avere alcune coliche, ho l’impressione che il problema principale sia il reflusso o comunque difficoltà di svuotamento dello stomaco. Chiedi un parere ad un gastroenterologo, se credi e, per ora, non modificare nulla della terapia perché è corretta.

Anche la sua alimentazione è corretta.

Un caro saluto, Daniela

 

 

 

 

Aria e reflusso
Vota questo articolo