Antibiotici e flora batterica intestinale alterata


Gentile Dott.ssa,

le chiedo informazioni per mio figlio di quattro mesi e mezzo che da ormai più di un mese presenta frequenti (7/8 volte al giorno) scariche diarroiche malformate (parte acquosa + muco), verdi, soprattutto nella notte e durante il mattino. L’emissione di ogni scarica e piuttosto lunga, con molta aria.

Stiamo dando da dieci giorni fermenti lattici (Florvis bambini due bustine al giorno) con un parziale miglioramento. Le scariche sono diminuite a sei al giorno, gialle e omogenee nelle ore successive all’assunzione dei fermenti, sempre più verdi e malformate lontano dall’assunzione dei fermenti. Il bambino ha molta aria nella pancia, mangia poco e frequentemente, poppa più spesso nella notte e ha il sonno un po’ più disturbato.

Il bimbo è allattato esclusivamente al seno. Nel primo mese ha sofferto un po’ di coliche ma ha avuto un’ottima crescita (1 kg e 800 nel primo mese e mezzo). Poi la crescita e scesa (1 kg e 500 nei tre mesi successivi). Alla nascita 3.050 kg, ora 6.300 kg. Le coliche sembravano passate ma ogni tanto aveva scariche verdi con molto muco.

Premetto che, avendo avuto la rottura prematura delle membrane, nel travaglio ho fatto cinque flebo di antibiotico. Il bambino a due mesi, e a tre mesi, ha fatto due cicli di Augmentin (6gg e 7gg) per infezioni alle alte vie respiratorie. A questo punto mi chiedo se l’assunzione di antibiotici è correlata a questa disturbata attività intestinale. Oppure potrebbe essere stata la prima dose di vaccino contro il rotavirus a provocare un peggioramento in un bimbo forse già delicato di intestino?

Coprocoltura negativa. Visita dal gastroenterologo senza esiti particolari. Ci ha detto che il bambino appare in ottima salute, che il colore e l’aspetto delle feci non ha importanza purché la crescita sia regolare e di non dare fermenti che sono inutili. Anche la pediatra non dà troppa importanza a questo fatto e anche lei dice di interrompere i fermenti.

Consigliano di tardare lo svezzamento.

Il bambino è comunque allegro e vivace, appare ben nutrito con uno sviluppo psico-fisico più che nella norma.

C’è qualche altro accertamento utile da fare? Quale può essere la causa?

Che fare con i fermenti e con lo svezzamento?

La ringrazio

Cordiali saluti


Non è sbagliato pensare che i cicli di antibiotico per bocca, così come il vaccino contro il rotavirus possano avere alterato l’equilibrio della flora batterica intestinale e i fermenti lattici, in questo caso, sarebbero una parziale, anche se lenta, soluzione al problema (almeno due settimane di terapia per valutare i benefici).

In ogni caso, anche se non fossero efficaci, non sono dannosi, quindi, a mio parere puoi continuare per almeno un’altra settimana se non due. Poi, se l’allattamento è esclusivamente al seno, cerca di regolare l’orario delle poppate, per quanto possibile e di seguire una alimentazione equilibrata, senza eccesso di grassi di origine animale e di zuccheri.

Evita dolci, panettoni, ciambelloni, panna, besciamelle varie, brodi di carne non perfettamente sgrassati, formaggi troppo grassi, insaccati vari, sughi troppo elaborati: insomma, cerca di mangiare bene, in modo sano e digeribile, senza eccessi né stravizi (anche sotto le feste!) e non concedere il seno al bimbo ad ogni suo vagito ma cerca di mantenere una corretta distanza trale poppate, cioè dalle tre alle quattro ore.

Non dare al bimbo tisane o camomilla dolcificate con zucchero, cioè quelle granulari solubili e non mettere miele o zucchero sul ciuccio, qualora il bimbo lo prendesse e tu avessi questa abitudine.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone