Anestesia e poppate al seno


Buongiorno,

ho un bimbo di 5 mesi allattato esclusivamente al seno, però dovrò toglirmi un dente del giudizio perché mi fa male. Come dovrò comportarmi per il latte?

Posso dargli ugualmente il mio nonostante l’anestesia? Oppure devo ricorrere a un latte artificiale?

In quest’ultimo caso, premettendo che il piccolo ha spesso disturbi alla pancia, quale mi consiglia?

Grazie

Elena

 


Quando una mamma che allatta deve sottoporsi a una anestesia locale, di solito, si comporta in questo modo: si tira il latte per alcune volte, di solito nelle prime ore della giornata, quando il latte è più abbondante, alla fine della poppata o durante la notte e lo conserva in frigo in un biberon sterile se per uno o massimo due giorni, in congelatore se per più giorni.

Poi allatta il bambino normalmente fino al momento di uscire per andare dal dentista e, al ritorno, salta circa due poppate, almeno finché non sente che l’effetto dell’anestesia è finito.

Al massimo la mattina successiva può riprendere tranquillamente l’allattamento, ma anche prima se l’intervento avviene di mattina.

Se il latte tirato non fosse sufficiente per due poppate, si potrà ricorrere a un latte numero uno ipoallergenico, cioè HA, ma non penso sia necessario: piuttosto, visto che il bimbo ha già 5 mesi, potresti dare al piccolo un po’ di frutta omogeneizzata in attesa della poppata al seno, oltre al latte che avrai tirato.

Un caro saluto,

Daniela

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento