Alitosi a 3 anni


Gentilissima dottoressa,
ho una bimba di 3 anni che da qualche giorno, sia al risveglio che durante il giorno, ha un alito cattivo, come quando una persona mangia cose pesanti (agliate, speziate…).
Premetto che queste cose non le utilizzo per cucinare e nella mensa dell’asilo non le usano.
Cosa può essere? Devo darle qualcosa?
Grazie,
Michela

Cara Michela,
l’alito cattivo o alitosi può derivare da molte cause. Nei bambini, in particolare, dal momento che hanno completato la dentatura decidua, è importantissima una corretta e regolare igiene orale, cosa che a 3 anni spesso non attuano in modo sufficiente.
Le carie, infatti, ma soprattutto le infezioni gengivali o paraodontiti, possono essere una frequente causa di alitosi. Anche infezioni batteriche delle tonsille, tonsilliti croniche e sinusiti possono essere responsabili di alito cattivo, soprattutto mattutino. Si può anche pensare ad un malfunzionamento del cardias con conseguente reflusso gastroesofageo. Casi molto più rari e specifici di alitosi sono i disturbi gastrointestinali, gravi patologie polmonari, insufficienza epatica e renale, diabete, scarsa salivazione per scarsa assunzione di liquidi durante la giornata, una dieta incongrua con prevalenza di cibi putrefattivi e scarsità di carboidrati (dieta chetogena), una patina batterica sulla lingua, soprattutto verso la parte posteriore della lingua, meno bagnata dalla saliva rispetto alla punta.
Che fare allora? Prima di tutto insegnare alla bimba l’igiene orale, cioè non solo lavarsi i denti minimo mattina e sera ma anche dopo ogni pasto e insegnarlo nel modo più corretto e capace di rimuovere la patina batterica nel migliore dei modi compresa la pulizia e la spazzolatura della lingua (a questo proposito potresti chiedere informazioni alla dentista del sito).
Poi, come ho detto, dovresti poter escludere tonsilliti sub-cliniche o sinusiti e questo lo puo’ fare il pediatra o l’otorino.
Infine dovresti stare attenta alla sua alimentazione, darle molto da bere, non eccedere in cibi proteici o troppo grassi come carne, formaggi, insaccati o condimenti troppo elaborati, eccetera.. e abbondare in frutta e verdura.
Un altro accorgimento importante, anche se l’igiene orale è scrupolosa e corretta, è quello di evitare cibi fuori pasto e dolcetti vari, comprese le caramelle che, se masticate, restano sulla corona dei molari danneggiando i denti a causa degli zuccheri che contengono. La bambina deve fare i suoi 5 pasti giornalieri, si deve lavare i denti dopo la prima colazione, dopo pranzo e dopo cena e se non può lavarli dopo pranzo perché è al nido, almeno che si sciacqui la bocca bevendo un po’ di acqua e che non sgranocchi pasticci fino a sera.
È difficile tutto ciò a 3 anni, lo so, ma almeno cercare di fare il possibile. Anche una recente terapia antibiotica o un episodio febbrile pregresso possono lasciare un’alitosi e in tal caso un periodo di fermenti lattici aiuterebbe.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone