Agitazione notturna dovuta ad ascaridi


Carissima dottoressa il mio bambino di quasi 4 anni di notte non dorme bene si agita nel sonno e si sveglia spesso, ho scoperto che è positivo agli ascaridi ed ho fatto la cura con lo sciroppo conbatrim. Ora tra qualche giorno ripeto l’esame: mi puo’ dare qualche consiglio per farlo dormire meglio e per una prevenzione contro gli ascaridi?

Grazie

 

Gli ascaridi sono vermi (nematodi) diffusissimi e l’infestazione intestinale, nei bambini, è più frequente di quanto si pensi. La contaminazione avviene ingerendo uova del parassita proveniente di solito dal terreno assumendo verdura o frutta (di solito fragole che crescono sul terreno e non sulla pianta) non adeguatamente lavate, ma è possibile anche la contaminazione tra persone quando, per esempio, si condivide lo stesso bagno con una persona affetta da ascaridiasi, quando non ci si lava le mani dopo avere usato il bagno ecc. Si tratta, quindi, essenzialmente di un problema igienico che riconosce come unica reale prevenzione le norme igieniche scrupolose come lavarsi le mani bene dopo avere usato il bagno o manipolato terra, mangiare verdura cruda o frutta che è stata a contatto con la terra solo dopo accurati lavaggi, ecc. Siccome non sempre, anche in caso di infestazione, il soggetto elimina con le feci il verme adulto ben visibile ma solo le uova microscopiche, è possibile che possa contaminare anche altri familiari che condividono lo stesso bagno o portano alla bocca oggetti contaminati . L’unica prevenzione valida è, quindi, l’igiene scrupolosa anche se, purtroppo, è difficile sapere cosa succede a scuola… Per i problemi legati al sonno: se l’agitazione del bimbo è dovuta alla presenza di ascaridi, dopo una settimana, dieci giorni dalla fine della terapia e dalla scomparsa dei vermi stessi, tutto si dovrebbe risolvere. A questo proposito, la seconda dose di farmaco potrebbe dare maggior sicurezza rispetto ad una sola somministrazione e potrebbe essere utile il controllo delle feci anche degli altri familiari. Se, invece, i problemi di sonno dovessero persistere anche oltre 10-15 gg dalla guarigione, sarebbe bene capire se vi sono altri motivi come disturbi di respirazione, problemi di intolleranze alimentari, problemi allergici o ambientali o quant’altro, senza, per altro, escludere la presenza nelle feci di parassiti di altra natura che, comunque, di solito, viene individuata nelle analisi di laboratorio e sono quasi sempre essi stessi sensibili alla stessa terapia prescritta per gli ascaridi. Difficile dare consigli più precisi senza conoscere nulla del bimbo.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone