Acqua ad una bimba di 3 mesi allattata al seno?


Salve D.ssa,

sono la mamma di una splendida bimba che proprio oggi compie 3 mesi.

Volevo chiederLe se è possibile o meno iniziare a dare dell’acqua alla bimba, magari l’Humana.

Lei prende solo latte materno.

La ringrazio anticipatamente per la risposta

Cordialmente

Tiziana



Il latte materno nutre e disseta nello stesso tempo. Alimentati a richiesta, non sempre i bimbi chiedono di succhiare solo quando hanno fame ma anche quando hanno sete. In quest’ultimo caso si attaccheranno al seno per pochissimi minuti, prendendo solo il primo latte che scende dal capezzolo, molto liquido e sieroso e povero di sostanze corpuscolate e grasse che si assumono solo quando il seno viene svuotato completamente perché, a causa della loro maggiore densità, restano indietro, cioè nella parte alta dei dotti galattofori.

Sicché, quando un bimbo chiede di essere attaccato al seno e si stacca dopo pochi minuti si può essere certi che non aveva bisogno di saziarsi ma solo di dissetarsi, mentre quando si attacca al seno per rimanervi anche più di dieci minuti succhiando lentamente, senza fretta, con pause e riprese della suzione ma senza lasciare il capezzolo, si può stare certi che succhia per fame e che non si staccherà finché non avrà svuotato completamente la mammella e avrà, così, ingerito anche la parte più sostanziosa, saziante e ricca di grassi del latte stesso.

Ciò non toglie che in un periodo di caldo eccezionale come può capitare in piena estate o quando il bambino suda particolarmente, l’aggiunta di liquidi a quello che succhia al seno può essere utile, ma meno il bambino conosce il biberon o il ciuccetto meglio è.

Per quanto riguarda i liquidi da somministrare, vanno bene le acque oligominerali in genere fino al sesto mese, poi anche l’acqua di rubinetto. Acque come sangemini o humana, reclamizzate per i bambini, solitamente hanno un alto contenuto in calcio e allettano le mamme perché pensano che il calcio sia molto utile per i loro bambini: lo è in effetti, ma il necessario viene tranquillamente assunto con il latte materno.

Le acque specifiche per bambini, o reclamizzate come tali, non sono quindi indispensabili alla loro crescita. È bene dirlo perché ritengo che abbiano un costo esagerato per le loro effettive qualità e non è quindi necessario dare per forza questo tipo di acqua ai bambini.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone