A 18 mesi, mangia da sola, ma solo quello che vuole lei


 

Gentile dottoressa,

mia figlia di 18 mesi ha iniziato ad essere indipendente durante il pasto.

Questo significa che non desidera essere più imboccata da me e di ciò sono molto felice perché è una bambina molto determinata e riesce senza alcuna difficoltà a finire la sua porzione.

La sua autonomia si fa tuttavia notare anche nei gusti che ha, improvvisamente selezionato, in modo chiaro: desidera prevalentemente pasta, carne e pesce, ignorando quasi completamente le verdure.

Non riesco più a proporle minestrine che invece la sera mi sembravano più adatte come cena.

Chiede sempre pasti asciutti ma non vorrei eccedere con i carboidrati.

Cosa mi consiglia per il pasto serale?

Grazie e cari saluti.

Prova delle polpettine morbide dove la carne è mischiata alle verdure.

Preparale quello che desidera, poi, a parte, tieniti un piattino con un passato di verdure e, ogni tanto, tra un boccone a lei gradito di cibo solido e l’altro, prova a metterle in bocca un cucchiaio di passato o di crema di verdure, ma, in definitiva, non ti preoccupare più di tanto: puoi aumentare un po’ la frutta se la bimba non ama le verdure, puoi fare un frullato dove alla frutta mista verranno aggiunte le verdure come le carote in piccola  quantità, puoi aumentare i liquidi che la bimba beve durante il giorno e l’equilibrio sarà rispettato.

Se la bimba vuole nel piatto soltanto pasta asciutta, carne o pesce, non c’è problema, purché l’equilibrio tra i vari nutrienti sia  fondamentalmente rispettato e non ci sia troppa carne o troppa pasta solo per il fatto che, senza liquidi aggiunti e senza verdure, questi alimenti sembrano scarsi, da soli, sul piatto.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento