Moda Primavera/Estate 2009


Non sono un’esperta – si era capito, dirà qualcuna di voi – mi guardo intorno e  metto a fuoco quello che secondo me andrà nella stagione in corso. Le vere trend setter le mode le cavalcano, anzi le anticipano, io mi limito a metabolizzarle, e a volte ci metto parecchio.

A dir la verità non è che ci siano novità eclatanti nelle vetrine primaverili: un’esplosione di colori che sono l’affermarsi e il delinearsi di quelli della scorsa stagione, fiori ovunque, colori vitaminici, giacche e sahariane, poche sorprese. Qualche capo particolare, come le tute e i gilet, ma nulla di veramente innovativo. Molto belli certi abbinamenti di colore, grigio e rosa, iris e azzurro, cognac e blu, turchese e beige.

Ecco il mio solito memo stagionale.
  • I colori: il viola di quest’inverno si è ingentilito ed è divenuto iris, non sarà primavera se non avrete almeno un calzino di cui far mostra (dieci anni fa si chiamava glicine ma alla fin fine è sempre la stessa tonalità). Il giallo limone, il verde brillante, il blu in tutte le sue declinazioni dal celeste al turchese, il cipria e il fucsia.
  • Il gilet: un gradito ritorno, magari ne avrete ancora qualcuno nell’armadio dai tempi del liceo. La versione attuale è ad un bottone, indossato a pelle, lungo sui fianchi.
  • La tuta: come lo scozzese di quest’inverno, non mi avrà. Ne ho un vago ricordo da bambina, nei primi anni ottanta, devo ancora superare lo choc di quella coulisse in vita a spezzare l’insieme, non so voi, ma io passo.  
  • Pantaloni: i più attuali sono i così detti jodhpurs o harem pants, i pantaloni alla turca. Fecero capolino qualche anno fa, pare che questa volta non se ne possa fare a meno. Per gli altri modelli, nulla di nuovo, si usano larghi, flat, butterfly e alla caviglia. La vita è tornata normale, né troppo bassa ma neanche troppo alta come si era detto nelle scorse stagioni.
  • Gonne: decisamente al ginocchio, ampie, a pieghe, a corolla, a palloncino, a portafoglio.  
  • Vestiti: svolazzanti o a taglio simmetrico, hanno come comune denominatore la lunghezza, sopra il ginocchio. Gli scolli sono per lo più quadrati.
  • Le fantasie: vanno tantissimo le T-shirt con delle stampe particolari, in via d’estinzione le monocolore. Il fiorato predomina nei vestiti, spesso privilegiando un unico fiore stilizzato che occupa tutto il tessuto.
  • Scarpe: gli stivali estivi, le ballerine e le zeppe sagomate sono ormai dei must, la zeppa in corda è stata soppiantata da quella in sughero, la novità del momento sono i gladiator a tacco alto e in versione stivale.
  • Pare che i jeans da acqua in casa, di cui vi parlavo a settembre, adesso stiano imperversando veramente tra le modaiole. Il bello di questi jeans non è solo l’arrotolo alla caviglia ma la taglia extralarge, non a caso si chiamano boyfriend jeans, cioè i jeans del fidanzato. Se il fidanzato porta la 44 e voi la 42, provateci, se voi portate la 50 e lui la 46, sorvolate.
  • Il trench lo avete comprato? Sono diverse stagioni che non si schioda dalle vetrine, quest’anno è in versione impermeabile colorata, di seta, di tessuto tecnico, ma attente, il vero capo nuovo della primavera è il parka e la giacca che le nostre mamme chiamano blazer, ottimo capo versatile in caso di incertezze meteorologiche.
  • La novità delle novità sono le scarpe di plastica riciclabile, profumatissima e colorata. La sottoscritta ne ha comprato un paio e ne è innamorata, ve le consiglio.
    I cappelli a tesa larga e flosci e quelli tipo panama di paglia intrecciata, le cinture annodate, i nastri di raso al posto della classica cintura.

PrimEst09
 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento