Moda Autunno/Inverno 2010-11


Ben ritrovate amiche, quest’anno sono un po’ in ritardo per il consueto riassunto della moda stagionale, chissà, magari ormai saprete tutto.
Se invece appartenete alla schiera di quelle che “l’unica vetrina vista è quella dei surgelati al super”, dedicatemi cinque minuti del vostro tempo e vi riassumerò le novità dell’inverno.

· Si chiama ecofur ed è per ovvi motivi, sintetica, la pelliccia in voga. La ritroveremo come giacca invernale, come gilet, come cappa, sugli stivali nelle borse.

borsa20pelliccia.jpg

tronc_pelliccia.jpg

scarpe_pelliccia.jpg

 

 

 

 

 

 

 

· Si chiamano jodhpurs ma sono i pantaloni all’amazzone (che volete farci, se hanno un nome straniero e esotico sembrano una novità), donano alle piccoline e magre, ma aiutano anche a sfinare i fianchi larghi.

 

jodhpurs.jpg

 

 

 

 

 

 

· Il montone o sherling come pellame per giubbotti, giacche e stivaletti alla caviglia.

sherling.jpg

 

 

 

 

· La borsa più attuale è ripescata direttamente dagli armadi delle ragazzacce alternative degli anni ’70, si tratta della tracolla di pelle.

tracolla_folk.jpg

· La scarpa più orrid… più vista nei giornali e nelle vetrine è lo stivale rivestito di maglia norvegese, ma anche il tronchetto dello jeti non è da sottovalutare. Molto gettonati dallo street stile che poi è quello che piace a noi, sono i boy boot, gli stivali da motociclista, abbinati a vestitini bon ton.

 ieti_donna.jpg

 

 

 

 

· Le gonne sono a ruota anni 50, lunghe a metà polpaccio, tartan o quadroni tipo quelle indossate da Olivia Newton John in Grease.

 louis-vuitton-fall-2010-full-skirt.jpg

 

 

 

 

 

 

 

· Pare sia ritornato in auge il tacchetto della sciura Maria, ben 5 cm, ma tranquille, i tacchi alti non tramonteranno mai.

· Il nuovo nero (lo dico ad ogni stagione ma fa tanto rivista di moda) è il color cammello, i colori più belli a mio avviso rimangono certi arancio caldi e i rossi.

cappotto_cammello.jpg

 

 

 

 

 

· Non ditemi che non sapete cos’è il Cozy, mai nome fu più azzeccato, lo avrete visto alle vostre amiche o sulle bancarelle del mercatino: è quel cardigan con le punte davanti, lunghe fino alle ginocchia, le quali andrebbero annodate in mille più modi per trasformare il Cozy, ogni volta in un capo diverso. In realtà le punte le vedo svolazzare tristemente e senza forma su tutte le ragazze che evidentemente non hanno fantasia.

 cozy.jpg

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone